Approfondimenti

Come riconoscere gli accessori Lightning certificati

Come identificare gli accessori Lightning contraffatti o non certificati da quelli originali?

Nella selva oscura di prodotti che si trovano in giro e che spesso si confondono con quelli cinesi di cui è pressoché sconosciuta la provenienza, Apple mette in guardia i suoi clienti attraverso un decalogo per riconoscere i prodotti falsi – certificati con il logo MFI, ovvero Made for iPhone/iPod/iPad – da quelli garantiti dalla casa madre di Cupertino.

Read More
Approfondimenti

Sensori hitech e wireless, lo sport Usa è sempre più digital

Il VAR, ovvero il Video Assistant Referee che quest’anno ha fatto il suo debutto sui campi di calcio italiani, sembra davvero poca roba in confronto a quanto avviene già da anni in altri sport ed in altri Paesi d’oltreoceano.

Pensiamo alla vera e propria rivoluzione hitech che sta stravolgendo la NFL, la lega del football professionistico americano. L’utilizzo dei big data ha profondamente cambiato il modo con il quale vengono guardate e giocate le partite.

Read More
Approfondimenti

Dai filtri ai cavi HDMI, ecco la genesi dell’anti-aliasing

Il passaggio delle immagini dall’analogico a digitale, il numero di pixel insufficiente per rappresentare una immagine, la conseguente distorsione dell’effetto legato alla riproduzione digitale, in particolare di linee curve o diagonali rispetto allo schermo.

Ecco una breve sintesi delle problematiche che determinano dall’effetto aliasing, ossia quelle scalettature più o meno evidenti che appaiono sui monitor delle nostre tv ed in particolar modo dei nostri pc e a cui negli anni abbiamo risposto prima con filtri per migliorare la definizione delle immagini, poi con schede video di alta qualità, ed adesso con nuovi cavi HDMI con chip anti-aliasing incorporati che promettono di rivoluzionare la definizione delle immagini digitali.

Read More
Approfondimenti

Occhi aperti sugli schermi

La sensazione di pesantezza delle palpebre, gli occhi arrossati, il mal di testa possono essere l’effetto visibile della Computer Eye Strain, una sindrome diffusa tra coloro che passano un gran numero di ore davanti a pc, televisori, smartphone, tablet.

Una sindrome che si diffonde con la stessa velocità dell’aumento dei dispositivi elettronici nello spazio circostante.

Non si tratta solamente di un abbassamento della capacità visiva: i disturbi possono essere molteplici e andare dal bruciore alla secchezza oculare come una maggiorazione della lacrimazione, annebbiamenti visivi transitori, dolori al collo e alla schiena.

Read More
Approfondimenti

Quick Charge, ricarica la batteria dello smartphone 4 volte più velocemente

Ricaricare in maniera 4 volte più veloce il vostro smartphone grazie ad un caricabatterie rapido ed ultratecnologico.

È questa la nuova frontiera in ambito hitech per risolvere una delle questioni più annose per i telefoni di ultimissima generazione: batterie che il più delle volte non arrivano alla sera e che mandano nel panico chi ha bisogno di comunicare a tutte le ore, tanto da riesumare addirittura dei vecchi modelli di telefonini in voga all’inizio degli anni 2000 le cui peculiarità erano l’indistruttibilità e, appunto, la durata delle batterie.

Read More
Approfondimenti

Stampante: ufficio o casa, quali differenze?

In principio era lo strumento per trasferire il contenuto di un file su un supporto cartaceo.

Poi, da strumento di solo output, è diventata un mezzo anche di input e di interazione. Ad oggi le stampanti sono periferiche complesse e, come tali, va affrontato l’approccio al loro acquisto.

Trovare il dispositivo perfetto per le nostre abitudini di stampa, in grado di coniugare esigenze le diffuse esigenze di bilanciamento tra qualità, funzioni e conveniente non è un’utopia.

L’offerta del mercato è estremamente variegata e, chiarito il concetto fondamentale per cui la perfezione del dispositivo è determinata dalla sua attinenza a quanto ricerchiamo, la valutazione in fase d’acquisto dovrebbe seguire un’ipotetica lista di caratteristiche che riteniamo indispensabili nella nostra stampante.

Read More
Tecno

Cavi MFi, qualità certificata per il tuo device Apple

Made For iPod oppure Made for iPhone. È il significato dell’acronimo MFi, certificazione ormai fondamentale se si acquista un accessorio della Apple, che garantisce l’elevata qualità dei cavi utilizzati per caricare i vostri dispositivi, garantita direttamente dall’azienda di Cupertino.

Una etichetta che viene messa in bella mostra sui prodotti in vendita, come se fosse un bollino di qualità.

Ed in effetti lo è, divenendo ormai imprescindibile se si dispone di un telefonino o di un’altra apparecchiatura con il logo della mela morsicata: vuoi perché aiuta a salvaguardare il proprio device e a lasciare intatta la sua qualità, vuoi perché lo può persino personalizzare il telefonino, grazie all’ampia gamma di prodotti presenti sul mercato, delle svariate forme (lunghezze) e colori.

Read More
Tecno

Cavi CCA e in rame puro, cosa c’è da sapere

Quando si parla di cavi, dobbiamo tener conto dei materiali con cui vengono prodotti. Maggiore è la quantità di rame, più elevate saranno le prestazioni dell’intera infrastruttura di rete. E inevitabilmente, maggiori saranno anche i costi.

Sì, perché è anche soprattutto nei vantaggi di tipo commerciale che si gioca la partita tra i cavi in alluminio con rivestimento di rame ed i cavi con rame puro

Read More
Approfondimenti

Luce blu e melatonina: occhio ai bambini

Un’eccessiva esposizione alla luce “blu” emessa dagli apparecchi elettronici può causare mal di testa, infiammazioni dolorose della congiuntiva e della cornea, stanchezza visiva, occhi rossi fino ad arrivare ad alterazioni più gravi del cristallino.

Pur non essendoci screening epidemiologici ancora stabilizzati sulle ricadute a lungo termine dell’azione dei raggi ultravioletti sugli occhi giovani, in considerazione della “novità” costituita dall’uso crescente di device elettronici retroilluminati, è già accertato un aumento dei disturbi alla vista nella popolazione europea.

Read More
Approfondimenti

Cellulare e batterie: come evitare di restare in rosso

La scorsa estate un gruppo di ricercatori dell’Università di Washington hanno annunciato di aver realizzato un prototipo di cellulare che funziona senza batteria.

Il dispositivo sfrutta l’energia che trova nell’ambiente sotto diverse forme: onde radio, segnali wi-fi, luce. Però, mentre la scienza studia come rendere realmente utilizzabili, e su larga scala, cellulari simili, il problema di gestire la carica di energia a disposizione nella batteria di tablet e smartphone resta prioritario.

Read More
1 2 3 6